L’attestato di Rischio adesso sarà online. Cosa cambia per il consumatore? Quali sono i vantaggi e ci sono svantaggi? Vediamolo insieme. Iniziamo col dire che tutti i contratti in scadenza dal 1 Luglio 2015 non avranno più l’invio cartaceo dell’attestazione di rischio (classe universale bonus/malus) presso il proprio recapito. Ma ci sono anche buone notizie!

In base al nuovo regolamento IVASS N.9/2015 per i contratti RC Auto in scadenza dal 1° luglio 2015 non è più previsto l’invio cartaceo al contraente dell’attestato di rischio, come indicato ai sensi dell’art. 134 del Decreto Legislativo n. 209/2005. E questa è la Legge. Ma veniamo a noi. Cosa cambia in concreto?

Sicuramente sarà più semplice cambiare Compagnia Assicurativa! L’attestato di rischio, infatti, non cessa di esistere. Sarà reperibile direttamente online. A questo punto, se e quando decidiamo di cambiare la nostra Rc Auto perchè abbiamo trovato una Compagnia che ci da le stesse tutele ad un costo (premio assicurativo) inferiore – o per altri motivi – non sarà più obbligatorio consegnare il nostro attestato di rischio (come si faceva fino al 2015). La nuova assicurazione potrà “visionare” e scaricare la nostra attestazione bonus-malus direttamente collegandosi ad una banca dati telematica (ANIA).

Sarà dunque più semplice e più rapido (non dobbiamo più attendere che la vecchia Compagnia ci spedisca a casa l’attestato) sostituire la polizza auto!

Il contraente, ad ogni modo, potrà sempre visionare la propria posizione di rischio, i propri incidenti e la CU (Classe Universale di merito) contattando il Servizio Clienti della Compagnia Assicurativa di provenienza. Il più delle volte, l’Assicurazione, ci recapita l’attestazione direttamente per email.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here