Come associare PostePay a PayPal

0
1108

Vuoi sapere se è possibile associare la tua carta prepagata Postepay al tuo conto PayPal? Non sai come fare per associare i due strumenti di pagamento elettronici? Non preoccuparti, è un’operazione semplice, che richiede un paio di giorni per essere portata a termine e che poi ti permetterà di fare i tuoi acquisti online (ad esempio su eBay) in totale tranquillità.

Partiamo col dire che PayPal accetta praticamente tutte le carte di credito e la quasi totalità delle carte prepagate ricaricabili (con e senza iban). Per poter associare la nostra carta ad un conto PayPal (già aperto) è necessario possedere una carta – in corso di validità – che sia dotata di:

  • 16 numeri (1234 XXXX XXXX XXXX 0000)
  • CVC/CVV (le ultime 3 cifre del numero che si trova nell’area della firma sul retro della carta)
  • data di scadenza della carta (solitamente riportata sul fronte)
  • intestazione della carta (che deve coincidere con l’intestazione del nostro conto PayPal)

La carta prepagata PostePay, emessa da Poste Italiane, rispetta tutti i suddetti requisiti ed è dunque associabile ad un account PayPal.

Per i motivi detti sopra, non possiamo associare alcune carte di debito. Non tutte le carte di debito – la più famose delle quali è il bancomat o postamat – hanno le 16 cifre esposte sul fronte e il CVV. Questo non ci consente di associare ad un conto PayPal una carta di debito sprovvista di tali requisiti. Per completezza d’informazione, diciamo subito che da qualche anno a questa parte, molte Banche stanno emettendo delle carte di debito che utilizzano i circuiti Visa e MasterCard e che, come tali, sono provviste dei requisiti utili richiesti da PayPal.

Vediamo ora come fare per associare la nostra Postepay al conto PayPal.

  1. Entriamo all’interno della nostra area riservata PayPal su https://www.paypal.com.
  2. Nella parte sinistra dovremmo trovare un menu avente come titolo: “Conti Bancari e Carte“, solitamente si può accedere anche da questo link: https://www.paypal.com/myaccount/wallet/ 
  3. Nel suddetto menu dobbiamo utilizzare la funzione “collega conto bancario o carta”.

A questo punto dobbiamo cliccare su “Collega una carta” in basso (nell’esempio vedete che già una carta con finale 9760 risulta già collegata). PayPal consente di collegare più carte di credito o prepagate.

Clicchiamo su “collega una carta“. A questo punto siamo difronte all’inserimento dati di cui sopra. Qui, infatti, andremo ad inserire il numero di carta (16 cifre), la scadenza MM/AA, il CVV di 3 cifre e l’indirizzo di fatturazione.

A questo punto abbiamo associato la nostra carta, ma non abbiamo ancora validato il processo. Per essere sicuri che la carta che abbiamo inserito sia effettivamente la nostra, PayPal richiede che la carta sia validata/confermata. Tale processo richiede circa 2/3 giorni per essere portato a completamento. Validare la propria carta su PayPal è molto semplice.  Dopo circa 48 ore andiamo a vedere i movimenti della nostra carta e cerchiamo l’addebito (solitamente di pochi centesimi di euro) effettuato da PayPal. State tranquilli, non abbiamo “perso” quei soldi: PayPal si limiterà ad addebitare la nostra carta ed accreditare in contropartita per pari importo il nostro account PayPal.

L’addebito praticato da PayPal sulla carta avrà una causale: è proprio quello che ci serve per associarla al conto. Quel codice numerico che vediamo sull’estratto carta, andrà inserito sul sito PayPal per confermare la nostra carta.

la descrizione/causale dell’addebito è solitamente di questo tipo:

PP*1234CODE

Quindi, una volta trovato questo codice sui movimenti della nostra carta (di credito o prepagata) ritorneremo sul sito www.paypal.com, entreremo nell’area di inserimento carte/conti correnti ed andremo a validare la carta inserendo (nell’esempio) 1234. Ovviamente dovrete inserire il vostro codice che compare al posto delle “X” di PP*XXXXCODE.

Problemi a collegare Postepay con PayPal?

Se dovessi avere problemi nel collegare la tua Postepay al conto PayPal assicurati di:

  • avere saldo attivo nella carta, così che PayPal possa addebitare un importo, seppur minimo. Se non hai saldo, prima di collegare la carta, fai un piccolo versamento, anche di €5/€10.
  • assicurati che la carta Postepay non sia scaduta. Basta guardare la data di scadenza riportata sul frontespizio della carta.
  • assicurati che la tua Postapay non sia stata bloccata (uso fraudolento, clonazione, ecc. ecc.). Per verificare ciò dovrai contattare il Call Center delle Poste oppure recarci presso l’Ufficio Postale dove hai richiesto la carta.
  • Verifica di avere inserito tutti i dati correttamente (codice 16 cifre, cvv, scadenza, intestazione).
  • Assicurati che l’intestazione della carta PostaPay coincida con l’instazione del conto PayPal (non puoi avere due nominativi differenti!).

Tutto il processo di associazione è consentito anche da smartphone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.