ETF Bitcoin: un altro diniego dalla SEC per i fratelli Winklevoss

0
137

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti d’America (SEC) ha respinto un secondo tentativo da parte di Cameron e Tyler Winklevoss, fondatori dell’Exchange di Criptovalute “Gemini“, relativamente alla richiesta per listare il primo ETF su Bitcoin in un mercato regolamentato. Secondo Coinbase, il valore del Bitcoin è sceso del 3%,  attestandosi sui $ 7.880, in seguito alla notizia. La SEC dovrà pronunciarsi per l’ETF di Direxion e presumibilmente lo farà nel mese di Settembre.

La presenza di una forte manipolazione del mercato delle criptovalute, nonchè problemi legati alla frode e alla protezione degli investitori, sono state le motivazioni avanzate dalla SEC che hanno portato al respingimento, per la seconda volta, dell’Exchange-traded fund presentato dai gemelli Winklevoss, già famosi per il caso Facebook e la causa milionaria intentata ai danni di Zuckerberg per furto di proprietà intellettuale. La SEC ha sottolineato, inoltre, come il diniego non si basa su una valutazione relativa alla tecnologia ed all’innovazione che stanno dietro al Bitcoin ed alla Blockchain, la valutazione fatta dalla SEC è meramente di carattere finanziario.

La SEC si esprimerà anche su altre due domande per listare un ETF sul Bitcoin in un mercato regolamentato:

  • VanEck e SolidX hanno presentato una domanda congiunta per un ETF bitcoin. Secondo le regole, l’agenzia deve intervenire entro 45 giorni dalla pubblicazione di tale proposta, che scade il 16 agosto prossimo.
  • La società di investiment Direxion ha presentanto anch’essa una richiesta di listing per un ETF sul Bitcoin. La decisione della SEC su tale domanda sarà rilasciata a fine Settembre.

Il valore del Bitcoin è salito già due volte sopra gli $8.300 questa settimana, proprio sui rumors secondo cui la SEC potrebbe approvare un simile strumento finanziario già nel mese di Agosto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.