Cos’è l’indice di Indipenza Finanziaria IIF e quali valori può assumere

0
81

In analisi di bilancio, l’IFF (Indice di indipendenza finanziaria o indice di autonomia finanziaria) Indica in termini percentuali la solidità dell’impresa sul versante patrimoniale. Evidenzia in quale misura il totale dei mezzi investiti nell’impresa è stato finanziato con il patrimonio netto. Detto in altri termini, questo indice misura l’autonomia che ha un’azienda rispetto ai propri creditori. Tanto meno è indebitata, tanto più autonoma nelle proprie decisioni, sarà il management di quella azienda.

Un basso indice segnala un elevato indebitamento, che comporta un maggior condizionamento esterno. Un alto valore dell’indice IFF evidenzia che il patrimonio netto è superiore alle passività totali e dunque è indicatore di elevata autonomia aziendale.

Calcolo e valori assunti dall’Indice di Indipendenza Finanziaria – IFF

Patrimonio Netto : Totale Passivo

L’indice IFF, che per sua natura rientra nella categoria degli indici di “performance patrimoniale” viene calcolato mediante il rapporto tra Patrimonio Netto e Totale Passivo. Entrambe queste voci (Patrimonio Netto e Totale Passivo) le troviamo nella colonna di destra dello Stato Patrimoniale di un’azienda, la colonna del Passivo. Proprio per questa sua natura l’indice di autonomia finanziaria è un indicatore dello “stato di salute” dello Stato Patrimoniale di un’azienda, poichè ci fornisce un’attenta misura della solidità patrimoniale.

Nei casi estremi, ovvero quando l’IFF tocca valori pari a 0 o 1, siamo rispettivamente nel caso di un’azienda che utilizza esclusivamente finanziamenti esterni (dunque ha una indipendenza praticamente nulla, perchè ricorre ad un elevato indebitamento) e nel caso di un’azienda che utilizza solo mezzi propri (valore = 1). A questi due casi “limite” si aggiungono tutti i valori intermedi e fisiologici in cui un’impresa può trovarsi durante il ciclo naturale della sua attività economica. Esempio:

  • da 0 a 0,33: indebitamento troppo elevato e scarsissima autonomia finanziaria (l’azienda ricorre ancora troppo al debito per la sua attività economica)
  • 0,34 a 0,55: indebitamento elevato, anche se vengono utilizzati, in parte, mezzi propri. In queste situazioni l’azienda dovrebbe gradualmente rimborsare debiti e ridurre l’esposizione complessiva.
  • 0,56 a 0,66: questi valori indicano un sostanziale equilibrio. L’azienda ricorre per una parte ai mezzi propri e per un’altra parte all’indebitamento.
  • 0,67 a meno di 1: ottima struttura finanziaria. L’azienda ricorre all’indebitamento in maniera sostenibile per la propria attività economica, in grado di garantire un corretto sviluppo del business.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.