Se per avere la rateizzazione del premio annuo della nostra polizza auto dobbiamo accedere ad un prestito, ancorché a tasso zero, dobbiamo comunque soddisfare quei requisiti di finanziabilità minimi richiesti dalle banche e dalle società di credito al consumo. Un cliente/automobilista che ha avuto problemi di assegni/cambiali protestate o segnalazioni negative in CRIF (dovute, ad esempio, a ritardi nei pagamenti delle rate di un altro prestito), non potrà accedere agevolmente a questa modalità di pagamento.

Il soggetto finanziatore, infatti, eseguirà un’analisi preventiva sulla situazione debitoria e patrimoniale del consumatore. Il consumatore dovrà dimostrare di avere avuto una regolarità dei pagamenti di precedenti prestiti e dovrà dimostrare di avere un reddito (da lavoro dipendente o autonomo) in grado di onorare il proprio impegno mensile. La banca o società finanziaria si accolla il rischio di insolvenza dell’operazione e cercherà di minimizzarne il rischio. La Compagni Assicurativa sarà l’unica tutelata nella transazione, poichè riceverà il premio della polizza auto in un’unica soluzione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here